Tel: +39 0536.1702096 - Daniel :+39 377.5273661 - Marco: +39 393.7582855 - Elena: +39 345.3240400 macauto.gomme@libero.it

Officina

SOSTITUZIONE OLIO DEL CAMBIO

Quando sostituire l’olio del cambio?

Prima di tutto devo ricordarvi che i cambi automatici vengono progettati e costruiti da aziende esterne che riforniscono le case automobilistiche. Sono loro che stabiliscono le caratteristiche del lubrificante da utilizzare. Ci sono dei veicoli come la BMW X6 che può montare due tipi di cambio che necessitano di oli specifici. Provate a chiedere in concessionaria quale occorre utilizzare. Vedrete che nel loro data base ne prevede uno solo.

Il lavaggio con cambio olio e – se previsto – filtro va fatto non oltre gli 80/90.000 chilometri. Per i cambi automatici Power Shift utilizzati principalmente da Ford, la manutenzione è prevista a 60.000 chilometri in quanto il lubrificante agendo anche sul differenziale si consuma precocemente.

CAMBIO MANUALE

Dal punto di vista della manutenzione ordinaria dei cambi manuali la tendenza delle case costruttrici è quello di non prevedere la sostituzione ma solo la verifica e il ripristino del livello (generalmente ogni 4 anni in condizioni di guida normali). Viene prevista la sostituzione dell’olio del cambio solamente quando, in sede di verifica, il meccanico lo reputi necessario. Il fatto che ormai non venga prevista la sostituzione ci fa riflettere su come sia migliorata la qualità dell’olio per le trasmissioni. D’altro canto l’olio del cambio, contrariamente a ciò che avviene per l’olio motore, non è sottoposto a residui carboniosi dovuti alla combustione che lo vanno a contaminare e quindi può durare più a lungo. Per quanto riguarda i cambi automatici l’olio invece va sostituito generalmente intorno agli 80 mila km (ma anche questo dato può variare in base alle indicazioni della casa madre).

CAMBIO AUTOMATICO

Il cambio automatico è un tipo di cambio che negli autoveicoli provvede automaticamente a variare il rapporto di trasmissione, senza la necessità dell’intervento da parte di chi guida.

Il cambio automatico classico è soggetto a difetti causati spesso dal lubrificante esausto e dalla morchia che si forma per via delle polveri provenienti dal consumo delle parti metalliche e delle frizioni.
Questa morchia, scorrendo all’interno del cambio, può danneggiare il gruppo valvole oppure il convertitore. I sintomi sono abbastanza chiari: strappi e colpi durante i cambi marce e slittamento delle frizioni con conseguenti cambiate a giri motori elevati. Inoltre l’olio del cambio appesantito dalla morchia diventa acido danneggiando le guarnizioni.

RICARICA ARIA CONDIZIONATA 

L’operazione di ricarica dell’aria condizionata auto consiste nell’immettere nel circuito del condizionatore un gas refrigerante in grado di produrre aria fredda anche se fuori dall’abitacolo il sole scotta e il termometro di bordo segnala 36 °C!

La quantità del gas refrigerante presente nel circuito del condizionatore auto determina la temperatura dell’aria producibile: nel caso sia insufficiente, il condizionatore auto non riuscirebbe a raffreddare l’intero abitacolo. Con la ricarica dell’aria condizionata si porta il gas refrigerante a livello.  La pulizia dei filtri e dell’aria dell’intero abitacolo della vettura è fondamentale per garantire la massima salubrità a bordo auto. I filtri non puliti del sistema di climatizzazione dell’auto possono amplificare problemi di allergia, problemi respiratori e causare cattivo odore nell’abitacolo dell’auto.

TAGLIANDI E MECCANICA

E’ buona norma fare il tagliando auto ad intervalli regolari di tempo per poter verificarne lo stato d’usura delle varie componenti e viaggiare in tutta sicurezza. Le case automobilistiche raccomandano scadenze precise per effettuare il tagliando. Queste scadenze, indicate nel libretto di manutenzione, ovviamente variano a seconda del modello e dell’uso che si fa dell’auto. 

I parametri da prendere in esame per calcolare quando fare il tagliando sono il numero di chilometri percorsi e il tempo (in anni). Spesso la centralina di bordo, anche grazie ad alcuni sensori, è in grado di valutare automaticamente quando è necessario fare il tagliando…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi